Elenco dei post per la categoria: Corsi e formazione

World Class Manufacturing, il nuovo libro di Alessandro Amadio

Un’azienda può essere definita eccellente quando, operando in una logica di miglioramento continuo, produce redditività e, in assenza di sprechi e valorizzando le proprie risorse umane, realizza prodotti e servizi perfettamente coerenti con la qualità e la dinamica
richieste dal mercato. World Class Manufacturing, conosciuto anche con il suo acronimo WCM, rappresenta un modello di gestione aziendale in grado di sviluppare rapidamente il valore e quindi le prestazioni, garantendo efficienza ed efficacia a tutti i processi industriali che
determinano il successo o l’insuccesso di ogni azienda.

In occasione dell’uscita del nuovo libro “World Class Manufacturing – I pilastri, la dinamica e l’evoluzione di un Modello eccellente orientato dalla Lean Manufacturing e dai Costi”, Club Ti Centro ha intervistato Alessandro Amadio.

Alessandro Amadio, Supply Chain Manager del Gruppo Selettra, multinazionale leader dei cablaggi industriali, ha diretto aziende multinazionali leader nei settori alimentari, del packaging, dell’automotive e dei cablaggi industriali nell’ambito dell’implementazione di logiche avanzate di gestione aziendale. In ambito internazionale ha collaborato alla definizione di sistemi di benchmarking, e ha curato l’introduzione di nuovi modelli organizzativi di Lean Organization, Kaizen Management e World Class Manufacturing. Ha pubblicato Logistica integrata in ambiente Supply Chain (2004), Performance Analysis Management (2005), Supply Chain Excellence (2006), Professional Outsourcing (2008), Value Supply Flow (2012) e, con Umberto Paparelli, Turnaround Plus+ (2012).

  • Che cos’è il World Class Manufacturing e quali sono i principi fondanti?

A.A. La World Class Manufacturing è un modello di gestione aziendale di recente sviluppo portato in Italia dal Gruppo Fiat – FCA. Si tratta di un vero e proprio programma di miglioramento aziendale progressivo basato su dieci pilastri tecnici che rappresentano gli aspetti aziendali da rendere eccellenti e su dieci strumenti di derivazione del Toyota Production System. La dinamica di questo modello è molto rigida basata su un percorso di sette step.

  • Perchè le aziende dovrebbero adottare il modello WCM? Può essere applicato su tutte le aziende?

A.A. Il WCM può essere introdotto con successo da molte aziende. Non necessita di particolari investimenti iniziali ma di un approccio analitico, competenze, dedizione e di un ampio coinvolgimento delle risorse aziendali. Con il WCM le aziende che decidono di introdurlo come modello di gestione possono trovare rapidamente la strada dell’eccellenza ed una inesorabile competitività aziendale

  • Cosa distingue il WCM dalla Lean Munufacturing?

A.A. Il World Class, al contrario della Lean che è una filosofia di gestione, è un modello vero e proprio che impiega alcuni dei principali strumenti del Toyota Production System. Lo stringente orientamento ai costi che determinano la fattibilità e la priorità di implementazione di un miglioramento caratterizza il World Class e lo rende molto piò coerente all’approccio manageriale occidentale.

  • Quanto dura il percorso di certificazione WCM per un’azienda?

A. A. Un percorso World Class fornisce risultati molto rapidamente. Si tratta comunque di un programma di miglioramento che prende il via da un pilota aziendale, quale un impianto, o un reparto, o un ufficio partendo da due o massimo tre pilastri. Un progetto completo WCM può durare due o tre anni in funzione del livello di complessità aziendale e dalla dedizione con cui l’azienda intende implementare questo modello di gestione.

  • Secondo la tua esperienza nell’ambito della WCM e nell’ambito di logiche avanzate di gestione aziendale, quali sono le maggiori difficoltà che oggi incontrano le aziende?

A.A. Come tutti i progetti di miglioramento il WCM trova iniziali resistenze aziendali da parte dei Manager per l’effetto “saracinesca” che normalmente qualsiasi novità gestionale stimola nei Key User aziendali. L’approccio analitico e i risultati rapidi e misurabili di questo modello tendono però a scardinare queste inerzie aziendali.

  • Parlaci del nuovo libro appena uscito: “World Class Manufacturing – I pilastri, la dinamica e l’evoluzione di un modello eccellente orientato dalla Lean Manufacturing e dai costi.

A.A. Il testo presenta un percorso di costruzione dell’eccellenza aziendale strutturato in dieci pilastri tecnici, organizzato in sette step consecutivi. Basato su strumenti manageriali derivanti dalla Lean Production, propone un orientamento alla creazione del valore in relazione ai relativi costi originati dalle fonti corrispondenti. Il testo presenta un ambizioso ma concreto ed esauriente progetto in grado di supportare manager e imprenditori nella ricerca delle opportunità di crescita partendo proprio dalle inefficienze che ne limitano il flusso del valore: inefficienze che rappresentano una vera e propria opportunità di risanamento, rilancio e sviluppo aziendale. Questo testo, coerente con le linee guida del suo ideatore, Richard J. Schonberger, adeguatamente integrato e arricchito, sviluppa con un approccio analitico e metodologico ma con un linguaggio lineare e discorsivo le modalità concrete di implementazione di un progetto aziendale World Class. La presenza di grafici, tabelle, diagrammi di flusso ed esempi pratici rende particolarmente agevole la lettura e la fruibilità del libro in funzione del suo eventuale utilizzo a supporto di un progetto aziendale World Class Manufacturing.

Alessandro Amadio sarò ospite di Club Ti Centro in occasione del seminario, riservato ai soci del club, “World Class Manufacturing” che si terrà il 29 Giugno 2017 alle ore 16:00.

Non ti sei iscritto ancora al seminario? ISCRIVITI SUBITO! IN REGALO IL NUOVO LIBRO DI AMADIO

Per partecipare all’evento riservato ai soci clubticentro è necessario versare la quota associativa 2017 e iscriversi.

Eventbrite - WORLD CLASS MANUFACTURING + Assemblea Soci ClubTiCentro

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Fare Impresa e Valori Cristiani

Sono aperte le iscrizioni alla VI edizione del master breve “Fare Impresa e Valori Cristiani” dedicato a coloro che vogliono dar vita ad una loro idea di impresa o che vogliono contribuire a costruire un modello di impresa diverso.

Anche quest’anno Club Ti Centro sostiene il master dando il suo patrocinio.


Obiettivo è quello di diffondere una cultura imprenditoriale nuova nella quale conciliare reddito e sostenibilità oltre che offrire interessanti prospettive lavorative.
Il master, che si svolgerà a Macerata, presso la Casa Salesiana, dal 20 al 25 marzo, è a numero chiuso, durerà una settimana e prevede la formula ormai collaudata di “full immersion” nella quale, oltre a seguire le lezioni i partecipanti potranno sperimentare il valore dell’esperienza comunitaria in cui ci si aiuta, ci si confronta, si fa amicizia, si crea gruppo.

Il master offre la possibilità di studiare, approfondire tematiche economico aziendali (grazie anche al contributo di alcuni docenti del Dipartimento di Management della Facoltà di Economia “G.Fuà” di Ancona), incontrare imprenditori locali che hanno sperimentato con successo il connubio tra impresa e valori.

Un’occasione imperdibile per una crescita umana e professionale e, perché no, per sviluppare nuove idee imprenditoriali.

Nell’ottica di una dare una impronta sempre concreta alla proposta che possa offrire ai partecipanti anche sbocchi lavorativi concreti, la novità di questa VI edizione è il coinvolgimento di due realtà imprenditoriali concrete che hanno bisogno di “essere lanciate” e che saranno oggetto dei work shop intorno ai quali i partecipanti saranno coinvolti anche in un’ottica di sbocco lavorativo successivo.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il 12 marzo 2017.

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


GWTcon 2016 Firenze

Community Driven GWT conference

Firenze, 14-15th Novembre 2016, IGMI

www.gwtcon.org

Il prossimo 14 e 15 Novembre, a Firenze presso l’Istituto Geografico Militare, si terrà la terza edizione della #GWTcon (www.gwtcon.org), la conferenza internazionale dedicata al mondo GWT organizzata dal Google Developer Group di Firenze e dall’Associazione Myricae con il Patrocinio di ClubTiCentro.

Due giorni focalizzati sullo sviluppo di applicazioni web e mobile con il GWT Toolkit: uno degli elementi della toolchain usata da Google per sviluppare prodotti come Inbox, Groups e Sheets.

La lista degli Speakers include:

  • Max Barkley, Software Engineer at Red Hat

  • Manuel Carrasco Moñino, GWT Maintainer and GWT Expert at Vaadin

  • Brandon Donnelson, GXT Developer at Sencha

  • Stefan Haustein, Software Engineer at Google

  • Harald Pehl, Senior Software Engineer at Red Hat

  • Luca Masini, Senior Software Engineer and Architect

  • Haijian Wang, Vaadin Expert at Vaadin

  • Alberto Mancini, Software Engineer at JooinkTeam

Main Topics:   #GWT  #Errai #Vaadin #GXT  #AngularJS #Polymer  #HTML5   #WebAPI   #Java8   #GWT3

Maggiori dettagli riguardo l’agenda sono disponibili online (www.gwtcon.org).

Keywords: #GWTcon2016 #GWT #Java #WEB #HTML5 #GXT #Errai #Vaadin

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Cyber Security & Privacy – Ancona, 21 Ottobre

Cyber Security & Privacy

21 Ottobre – Ancona

c/o Villa Gens Camuria

Via Direttissima del Conero, 2
60021 Camerano – AN – Italy

Quale impatto economico ha sull’azienda il cosiddetto “incidente“?
Le aziende, di dimensioni piccole o grandi, sono spesso soggette a malfunzionamenti
di software e/o hardware che ledono segretezza, disponibilità e integrità di un sistema
informatico. Tali malfunzionamenti si traducono in costi. In occasione dell’ “European Cyber Security Month”, mese dedicato al tema della “cyber security” insieme analizzeremo in modo pratico e concreto:

  • LEGGE: cosa prevede la legge sulla privacy e sicurezza informatica
  • COSTI: misurare qualitativamente e quantitativamente i costi e i rischi per il business (economici, d’immagine, responsabilità dell’imprenditore in termini di privacy, market share)
  • SOLUZIONI: come le piccole aziende (PMI) possono prevenire da un lato e far fronte dall’altro all’”incidente” e limitare così l’impatto economico dei costi sulla sicurezza informatica e sull’organizzazione aziendale

PARTNER TECNOLOGICO

CON LA COLLABORAZIONE DI

PATROCINIO


TARGET

  • Piccoli e medi Imprenditori (appartenenti a qualsiasi comparto merceologico, non strettamente IT)
  • Ragionieri e/o direttori finanziari (CFO)
  • Direttori Amministrativi
  • IT manager
  • Tecnici informatici PMI
  • Responsabili Sicurezza e Privacy nelle PMI
  • Avvocati esperti di sicurezza informatica e privacy

AGENDA

14:00 Check-in e Welcome Coffee
14:30 Saluti di benvenuto – Pietro Berrettoni, Presidente Club Ti Centro
14:45 Cyber risk, privacy e tutela: la norma europea stimolo per una
compliance strategica – Avv. Alessandro Cecchetti, General Manager Colin & Partners
15:30 Blocco informatico e azienda ferma? Ma quanto mi costa? – Andrea Veca, Ceo ACHAB
16:30 Cyber minacce: non accettare caramelle dagli sconosciuti – Fabio
Grussu, IT Manager Gruppo Cerioni

17:00 Question&Answer – La parola alla platea
18:00 Chiusura lavori

<

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


ClubTiAcademy Process Mining: Dalla prassi ai reali processi aziendali

Torna ClubTi Academy, il contenitore esclusivamente dedicato alla crescita e all’approfondimento del SOCIO CLUBTICentro con l’obiettivo di fornire una risposta alle esigenze di aggiornamento delle competenze di professionisti che operano e si confrontano quotidianamente nell’ambito del System Information, Performance and Innovation Management.

DI COSA PARLEREMO?


Grazie alla presenza del Prof. Domenico Potena, parleremo di Process Mining. Il Process Mining costituisce un’area di ricerca relativamente giovane, che si trova, da un lato, tra la computational intelligence ed il data mining e, dall’altro, tra la modellazione e l’analisi dei processi. L’idea di base del Process Mining è quella di dedurre, monitorare e migliorare i processi reali (cioè non ipotetici) estraendo conoscenza dai log, oggi ampiamente disponibili nei sistemi informativi. Il Process Mining include la deduzione (automatica) di processi (discovery), cioè l’estrazione di un modello di processo a partire da un log; la verifica di conformità (conformance checking), cioè il monitoraggio di eventuali discrepanze tra un modello e un log; l’individuazione di reti sociali (social network) e organizzative; la costruzione automatica di modelli di simulazione; l’estensione e la revisione di modelli; la predizione delle possibili future evoluzioni di un’istanza di processo; le raccomandazioni su come operare sulla base didati storici.

QUANDO E DOVE?

MERCOLEDI’ 29 GIUGNO – ORE 17:30

Aula 160/1 – Facoltà di Ingegneria UNIVPM – via Brecce Bianche 12

TIMING

17:30 Assemblea Generale dei Soci Club Ti Centro

18:30 PROCESS MINING: Dalla prassi ai relai processi aziendali

Prof. Domenico Potena – Docente e Ricercatore presso la Facoltà di Ingegneria UNIVPM

19:15 Q&A – Dibattito e confronto


ISCRIZIONE

>>> SOCI ( La partecipazione al Seminario ClubTi Academy e all’Assemblea è riservato ai SOCI CLUBTICENTRO regolarmente iscritti all’associazione. Verifica la tua posizione)

>>> NON SOCI (I non SOCI o SIMPATIZZANTI potranno partecipare previa iscrizione all’Associazione.
Per informazioni scrivere a info@clubticentro.it)

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter