Elenco dei post per la categoria: Knowledge Management

World Class Manufacturing + Assemblea Generale 2017

EVENTO E ASSEMBLEA RISERVATI ESCLUSIVAMENTE AI SOCI CLUBTICENTRO


Eventbrite - WORLD CLASS MANUFACTURING + Assemblea Soci ClubTiCentro
Tornano gli eventi Club Ti Centro con il WORLD CLASS MANUFACTURING – I pilastri, la dinamica e l’evoluzione di un Modello eccellente orientato dalla Lean Manufacturing e dai Costi a cui si unisce l’Assemblea Generale dei Soci Club Ti Centro

La strategia del W.C.M è stata sviluppata negli Stati Uniti negli anni 90, in Italia arriva attorno al 2005 nel gruppo FIAT (oggi FCA). Questa nuova metodologia si sta diffondendo laddove si vuole controllare e ridurre i costi produttivi in maniera sistemica e con metodi riferibili ed oggettivabili.

Interverrà Alessandro Amadio, Consulente di Direzione e Formatore Manageriale in ambito Operations, Tempi e Metodi, Supply Chain, Acquisti, Logistica, Lean Organizzation. Autore di testi sul Management Operativo, Gli Acquisti, la Supply Chain, lo Spending Review con Buffetti e Franco Angeli Editore.

Alessandro Amadio presenterà il suo nuovo libro dal titolo World Class Manufacturing.

N.B. Per tutti i soci che si iscriveranno o rinnoveranno l’iscrizione 2017 entro il 29 giugno, riceveranno in regalo il testo World Class Manufactring.

Eventbrite - WORLD CLASS MANUFACTURING + Assemblea Soci ClubTiCentro

Al termine del seminario seguirà l’ASSEMBLEA GENERALE CLUBTICENTRO (ORE 18:00) in occasione della quale verrà rinnovato il CONSIGLIO DIRETTIVO.

ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI CLUBTICENTRO

Giovedì 29 Giugno, ore 18:00

c/o  Villa Gens Camuria

Via Direttissima del Conero, 2

60021 Camerano (AN)

Di seguito l’ordine del giorno:

Prima convocazione: ore 5:00

Seconda convocazione: ore 18:00 (VALIDA AI FINI STATUTARI)

  • Club Ti Centro e Presentazione prossimi eventi
  • Approvazione Bilancio 2016 e Budget 2017
  • Rinnovo Consiglio Direttivo
  • Prossime iniziative: sono già programmati nei prossimi mesi meeting in merito a Cognitive Computing – Project Management – Digital Transformation & Sanità – Blockchain – E- Procurement –  e che stiamo mettendo a punto diverse collaborazioni con enti  territoriali con cui sviluppare altre iniziative
  • Varie ed eventuali

L’Assemblea dei Soci è riservata ai soli soci in regola con la quota 2017.

La tua presenza oltrechè gradita è fondamentale. Qualora fossi nell’impossibilità di partecipare ti ricordiamo che puoi esprimere comunque la tua volontà delegando un socio. Ciascun socio potrà raccogliere non più di 5 deleghe.

Scarica la Delega Socio Assemblea 2017

ASSOCIARSI A CLUBTICENTRO

Ricordiamo che la Campagna Soci 2017 si rivolge a tutti i soci e a coloro che intendono associarsi per la prima volta.  Per associarsi vai a DIVENTARE SOCIO CLUBTICENTRO

La QUOTA ASSOCIATIVA anche per quest’anno si riconferma per l’importo di 100 euro.

Per rinnovare la quota 2017 scrivere a amministrazione@clubticentro.it

VERSAMENTO QUOTA ASSOCIATIVA

CODICE IBAN: IT05X0311102684000000010311

Banca Popolare di Ancona – Gruppo UBI

fil. 084 Ancona 1 -Corso Stamira

Intestato a:

Club per le Tecnologie dell’Informazione e dell’Innovazione Italia Centro

Via Carpine 65, 60025 Loreto.

Causale: Rinnovo quota associativa 2017 – socio ____________

Le QUOTE ASSOCIATIVE consentono di partecipare alla vita del club con tutte le iniziative e gli eventi e sostenere Club Ti Centro nella gestione operativa dell’Associazione.

Ricordiamo inoltre che il Bilancio 2017 è a disposizione dei soci che lo richiederanno per la consultazione c/o la segreteria del club scrivendo a amministrazione@clubticentro.it

Eventbrite - WORLD CLASS MANUFACTURING + Assemblea Soci ClubTiCentro

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Fare Impresa e Valori Cristiani

Sono aperte le iscrizioni alla VI edizione del master breve “Fare Impresa e Valori Cristiani” dedicato a coloro che vogliono dar vita ad una loro idea di impresa o che vogliono contribuire a costruire un modello di impresa diverso.

Anche quest’anno Club Ti Centro sostiene il master dando il suo patrocinio.


Obiettivo è quello di diffondere una cultura imprenditoriale nuova nella quale conciliare reddito e sostenibilità oltre che offrire interessanti prospettive lavorative.
Il master, che si svolgerà a Macerata, presso la Casa Salesiana, dal 20 al 25 marzo, è a numero chiuso, durerà una settimana e prevede la formula ormai collaudata di “full immersion” nella quale, oltre a seguire le lezioni i partecipanti potranno sperimentare il valore dell’esperienza comunitaria in cui ci si aiuta, ci si confronta, si fa amicizia, si crea gruppo.

Il master offre la possibilità di studiare, approfondire tematiche economico aziendali (grazie anche al contributo di alcuni docenti del Dipartimento di Management della Facoltà di Economia “G.Fuà” di Ancona), incontrare imprenditori locali che hanno sperimentato con successo il connubio tra impresa e valori.

Un’occasione imperdibile per una crescita umana e professionale e, perché no, per sviluppare nuove idee imprenditoriali.

Nell’ottica di una dare una impronta sempre concreta alla proposta che possa offrire ai partecipanti anche sbocchi lavorativi concreti, la novità di questa VI edizione è il coinvolgimento di due realtà imprenditoriali concrete che hanno bisogno di “essere lanciate” e che saranno oggetto dei work shop intorno ai quali i partecipanti saranno coinvolti anche in un’ottica di sbocco lavorativo successivo.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il 12 marzo 2017.

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


La lean che vorrei – 24 ottobre, Corciano (PG)

Cosa c’è di male nel desiderare un’azienda profittevole e che tenda all’eccellenza.
Un’azienda capace di generare ricchezza e coinvolgere tutte le parti interessate.
Un’azienda in cui non ci sono prevaricazioni, ma ogni attore ha compreso il ruolo e agisce in piena sintonia.
Sogno o realtà ?
Un’azienda orientata al cliente che instaura un rapporto di reciproca fiducia, innovativa perchè tende al miglioramento
dell’organizzazione, dei processi, prodotti e servizi.
Un’azienda che non invecchia nè nei processi, nè nella cultura, in grado di muoversi in modo coerente e rimanere
competitiva nella proposta, nei processi, nei prodotti e nell’organizzazione.
Un’azienda che investe in un progetto lean, accetta la sfida di trasformarzione del suo passato ed investe sulle persone,
nel territorio.
Può un metodo basato sul riordino, eliminare ciò che non serve, riordinare tutto senza tralasciare nulla?
Secondo le tecniche convenzionali di selezione, ordine e riorganizzazione i metodi proposti sono efficaci e dagli anni
80 Motorola, Ge, Abb hanno fatto scuola. I ritorni sono misurabili a breve, lunghi esercizi di pianificazione e simulazioni sono sorpassati da valutazioni di flussi di valore. I risultati sono visibili in due settimane.
Il risultato è vedere insieme, commentare e apprendere facendo.
Ne parleremo con prof. G. Arcidiacono Università Marconi di Roma, Cesare Ceraso Direttore di produzione di Stanley
Black & Decker, Fabio Innocenti CPO Eli Lilly, Stefano Ruffini Corporate Director Circor International, manager che
hanno maturato esperienze significative.

Con il Patrocinio di ClubTiCentro

Scopri l’agenda e partecipa.

AGENDA

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


I CIO e la più estesa Survey 2016 sui leader IT

La più estesa Survey sui leader IT rileva un ruolo più creativo ed una maggiore influenza del CIO nell’azienda, ma  il 65% dei partecipanti individua parallelamente un ostacolo: la difficoltà a trovare gli skill tecnologici adeguati sul mercato.

La Survey di Harvey Nash / KPMG sui  CIO ha raggiunto il diciottesimo anno ed è diventata la più grande indagine sui leader IT nel mondo.  All’indagine hanno partecipato 3.352 CIO e/o leader nella tecnologia ed  è stata condotta tra il 12 dicembre, 2015 e il 10 aprile, 2016, attraverso 82 paesi.

Nella Survey emerge che il 34% dei CIO riportano al CEO dell’azienda, questa percentuale è la più alta degli ultimi dieci anni ed è aumentata del 10% rispetto alla Survey dell’anno scorso. I CIO che riportano al CEO sono anche i più soddisfatti del loro lavoro. I risultati evidenziano come le priorità del CIO stanno cambiando, rivelano come ora anche il CEO si concentra su progetti IT che portano business (quasi due terzi, il 63 per cento), anziché su quelli che permettono di avere un saving dei costi IT. In effetti, alcune delle priorità tradizionali del CIO sono in netto calo di importanza nel corso degli ultimi quattro anni. Il miglioramento dell’efficienza operativa è sceso del 16 per cento e la realizzazione di un IT che garantisce performance stabili è scesa del 27 per cento.

Tuttavia, l’indagine ha mostrato che pur essendo più creativi ed avendo aumentato la propria influenza, i CIO si sentono ancora ostacolati dalla più grande carenza di competenze tecnologiche dai tempi della “Grande Recessione dell’IT” dell’ultimo decennio. Quasi due terzi (65 per cento) dei CIO pensano che una mancanza di talenti impedirà alla loro organizzazione di tenere il passo con il ritmo del cambiamento, questa carenza ha avuto un aumento del 10 per cento in soli 12 mesi.  L’analisi dei dati e l’abilità di gestire il “demand” sono per il secondo anno consecutivo le competenze più critiche da trovare (indicazione segnalata dal 39 per cento dei rispondenti). Il più grande salto anno su anno nelle domanda di skill è relativo alle competenze “digital”, in crescita del 21 per cento, seguito dalla sicurezza, in crescita del 17 per cento. Più aziende hanno bisogno di competenze digitali e di strategia IT, secondo il sondaggio.

“Mentre la Harvey Nash / KPMG CIO Survey rivela che il CIO ha una influenza senza precedenti in azienda, mostra anche che il ruolo si sta espandendo in molte direzioni”, ha detto Albert Ellis, CEO di Harvey Nash Group. “Dall’essere alle prese con una minaccia di sicurezza informatica in aumento, a lavorare sui temi di innovazione e trasformazione digitale, il CIO nel 2016 ha a che fare con una gamma sempre più varia di sfide rispetto al passato, molte delle quali sono molto, molto lontane dal tradizionale IT. In tempi incerti l’adattabilità, gli skill che permettono di influenzare le decisioni e la capacità di saper governare stanno diventando sempre più caratteristiche importanti per il CIO di oggi”.

“Siamo all’apice di uno sviluppo significativo della quarta “Rivoluzione Industriale “, ha detto Lisa Heneghan, Global CIO Consulting del network KPMG. “Questo veicolerà nuove richieste al CIO, infatti stiamo vedendo l’evoluzione del ruolo del CIO che diventa ‘creativo’ sia sulla tecnologia sia sulla strategia business e su un modello innovatore per il business. Questo nuovo ruolo creativo allontana il CIO dal semplice dover garantire un IT sempre funzionante ma lo vede lavorare insieme al business per creare valore “.

Per ulteriori informazioni sulla Survey e per richiederne una copia, si rimanda a:  www.hnkpmgciosurvey.com

http://www.kpmg-institutes.com/institutes/advisory-institute/articles/2016/05/cio-survey-harvey-nash2016.html

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


ClubTiAcademy Process Mining: Dalla prassi ai reali processi aziendali

Torna ClubTi Academy, il contenitore esclusivamente dedicato alla crescita e all’approfondimento del SOCIO CLUBTICentro con l’obiettivo di fornire una risposta alle esigenze di aggiornamento delle competenze di professionisti che operano e si confrontano quotidianamente nell’ambito del System Information, Performance and Innovation Management.

DI COSA PARLEREMO?


Grazie alla presenza del Prof. Domenico Potena, parleremo di Process Mining. Il Process Mining costituisce un’area di ricerca relativamente giovane, che si trova, da un lato, tra la computational intelligence ed il data mining e, dall’altro, tra la modellazione e l’analisi dei processi. L’idea di base del Process Mining è quella di dedurre, monitorare e migliorare i processi reali (cioè non ipotetici) estraendo conoscenza dai log, oggi ampiamente disponibili nei sistemi informativi. Il Process Mining include la deduzione (automatica) di processi (discovery), cioè l’estrazione di un modello di processo a partire da un log; la verifica di conformità (conformance checking), cioè il monitoraggio di eventuali discrepanze tra un modello e un log; l’individuazione di reti sociali (social network) e organizzative; la costruzione automatica di modelli di simulazione; l’estensione e la revisione di modelli; la predizione delle possibili future evoluzioni di un’istanza di processo; le raccomandazioni su come operare sulla base didati storici.

QUANDO E DOVE?

MERCOLEDI’ 29 GIUGNO – ORE 17:30

Aula 160/1 – Facoltà di Ingegneria UNIVPM – via Brecce Bianche 12

TIMING

17:30 Assemblea Generale dei Soci Club Ti Centro

18:30 PROCESS MINING: Dalla prassi ai relai processi aziendali

Prof. Domenico Potena – Docente e Ricercatore presso la Facoltà di Ingegneria UNIVPM

19:15 Q&A – Dibattito e confronto


ISCRIZIONE

>>> SOCI ( La partecipazione al Seminario ClubTi Academy e all’Assemblea è riservato ai SOCI CLUBTICENTRO regolarmente iscritti all’associazione. Verifica la tua posizione)

>>> NON SOCI (I non SOCI o SIMPATIZZANTI potranno partecipare previa iscrizione all’Associazione.
Per informazioni scrivere a info@clubticentro.it)

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter