Elenco dei post per il tag: enterprise2.0

CIO SURVEY 2016 – Ancona 29.09

ClubTiCentro e l’Ordine degli Ingegneri di Ancona presentano

CIO SURVEY 2016

Digital Disruption e riduzione del ciclo di vita del Business

29 Settembre 2016 – ore 14:30

UNIVPM – Facolta’ Ingegneria (Aula Azzurra)
Via Brecce Bianche, ANCONA

IN ANTEPRIMA NAZIONALE

Verranno presentati i risultati della CIO SURVEY 2016 realizzata da KPMG/HARVEY NASH.
Il convegno nasce dall’iniziativa congiunta di CLUBTICENTRO e l’ORD. INGEGNERI ANCONA con il patrocinio dell’Università Politecnica delle Marche al fine di fornire dati e strumenti alle aziende e al settore ICT per affrontare in modo innovativo e creativo i cambiamenti organizzativi e le nuove sfide della Digital Disruption.
L’evento vedrà la partecipazione di speakers di primo piano appartenenti a Politecnico di Milano, Università Politecnica delle Marche, Praxi, AISIS, Regione Toscana e di importanti players internazionali quali KPMG e Nolan Norton.

Tanti i temi e le questioni che verranno trattate partendo dai dati della survey:

  • quali sono le sfide dell’organizzzione ICT vs i nuovi modelli di business?
  • quali le decisioni prese dai CIO per rispondere alla Digital Transformation?
  • quali gli strumenti più utilizzati e come si muovono gli investimenti?
  • come rispondere ad una veloce riorganizzazione dei processi aziendali? come estrarre conoscenza tramite il process Mining?

Il convegno si chiuderà con una tavola rotonda che vedrà CIO di primarie aziende del pubblico e del privato confrontarsi in un dibattito aperto con i relatori.

AGENDA


ISCRIVITI

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Decision Modeling – 28 ottobre, Perugia

Free Tickets

28 Ottobre – ore 15:30

Centro Congressi Villa Pieve

Via Marcantonio Bonciari, 126,06034 Corciano PG

STRUMENTI E METODOLOGIE PER UN ICT STRATEGICO

L’azienda agile modifica costantemente i suoi business models per adattare i propri processi strategico-operativi agli scenari competitivi in costante evoluzione. Le soluzioni tecnologico applicative a disposizione del moderno IT Manager sono sempre più articolate, complesse e spesso sovrapposte in tutto o in parte.

Definire un buon piano di medio termine dei Sistemi Informativi non è più solo un fatto tecnologico ma richiede ragionamenti di tipo strategico dipendenti da fattori interni ed esterni all’azienda. In sostanza anche l’IT Manager come gli altri manager di Line deve prendere DECISIONI COMPLESSE con forte impatto sul futuro dell’impresa.

In particolare l’ingresso del BPM e della “Decision analytics” nel mercato delle tecnologie applicative offre agli IT managers l’opportunità di facilitare le riposte alle continue richieste dell’utenza attraverso un “dosaggio” sapiente di customizzazioni dei moduli ERP esistenti e di estensioni supportate dal BPM. Mentre ERP e BPM supportano i PROCESSI OPERATIVI, la Decision analytics supporta i PROCESSI DECISIONALI.

Il DECISION MODELING fa parte dell’ambito più ampio della “Decision analytics”. Si tratta di un blend di tools e nuove competenze strategico operative necessarie per saper interpretare gli eventi aziendali e definire corsi d’azione efficaci nel breve, medio e lungo termine.

Durante la giornata di studio, affronteremo le opportunità offerte da ERP + BPM nella gestione agile della copertura dei PROCESSI OPERATIVI.

Di seguito verrà dato un quadro di insieme della “decision analytics” dal punto di vista delle competenze, delle logiche , dei metodi e percorsi implementativi, degli algoritmi, e delle classi di tools. A titolo esemplificativo sarà illustrata una applicazione del DM alla definizione “ottimale” di un “High level IS Migration Plan” come best trade-off tra diversi scenari tecnologico applicativi relativi a : ERP, Best of breed, BPM, In house development, Integrated communication, Document management, Integration frameworks e altri.

Agenda

15:30 Registrazione

16:00 Apertura lavori, Pietro Berrettoni – Presidente Club Ti Centro

“ERP e BPM amici o nemici”

16:30 Silvia Fossati (APPIAN ITALIA) – Punto di vista BMP

17:00 Coffee Break

17:15 Filippo Vasta – Decision Analytics e Decision Modeling

18:00 Q&A

18:15 Chiusura lavori

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Chi sono i 100 MOST SOCIAL CIOs ON TWITTER per il 2015?

Ce lo racconta @ValaAshfar con la pubblicazione della classifica dei TOP 100 CIO da seguire per il 2015. La classifica è stata ottenuta dalla combinazione di più fattori tra cui il numero dei TWEET, il numero dei Follower, l’appartenenza alle LISTE TWITTER e da altre metriche di valutazione dell’influenza su twitter come i LIKE  e i RETWEET. In media i CIO presenti nella lista hanno 5650 FOLLOWER  e sono presenti in 180 LISTE.

TOP 100 MOST SOCIAL CIOs on TWITTER 2015 – SLIDESHARE


Rispetto alla classifica uscita nel 2014 si possono constatare alcuni dati e cambiamenti interessanti sulla figura del Chief Information Officer. Emerge infatti che la trasformazione digital business che sta conducendo il CIO è sempre più di vitale importanza per le imprese e per farlo è fondamentale comunicare e coinvolgere. Attivo è l’utilizzo dei SOCIAL MEDIA come FONTE DI INFORMAZIONERETE DI APPRENDIMENTO.
E in Italia qual’è la situazione? I nostri CIO utilizzano i SOCIAL MEDIA  e con quale modalità?
Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Roland DG, un’azienda comunità

Venerdì 21 Novembre Roland DG ha ospitato, nella sua sede di Acquaviva Picena, ilsecondo appuntamento di #SocialEnterpriseIT, la rassegna di incontri voluti e organizzati dal Club Ti Centro  sul tema dei processi collaborativi e comunicativi in azienda.

Dopo il primo appuntamento di Luglio con Emanuele Quintarelli, stavolta è stato Giovanni Re a fare gli onori di casa.

Giovanni Re, Community manager di Roland DG Mid Europe, è tra i TOP 100 INNOVATORI, la lista redatta da CHEFUTURO ed è stato nominato recentemente uno dei Digital Champion, ovvero il gruppo di “pionieri“che dovranno sensibilizzare il paese alle opportunità del digitale.

E Giovanni percorre la Digital Way praticando la cultura e l’“Economia del Dono”, ovvero l’imperdibile occasione di donarsi e donare il proprio tempo e le proprie energie per il solo piacere di poterlo fare.

Quello che è un puro piacere diventa sistematicamente la possibilità di migliorare la propria reputazione e la propria riconoscibilità sul mercato.

E il dono, prima o poi, torna a casa ancora più ricco e ancora più bello.

Come uscire da questa crisi e dallo stallo economico? È necessario fondere due lati di una scatola: il fondo della scatola, la parte bassacostituita dall’esperienza, dalla conoscenza, dalle specifiche, dal tangibile e dall’afferrabile ; e poi c’è la parte superiore della scatola, quella che guarda in altro, che vive dell’emozioni, del sentire, dell’esperienza, dei sogni.

La magia è nella fusione dei due lati, il melt di due dimensioni che si arricchiscono reciprocamente.

La scatola Roland Dg forma ogni anno circa 1000 “artigiani tecnologici” ( il nome dato a ciascun membro della Roland Community, costituita dagli utenti delle stampanti Roland e non solo), che portano in azienda le proprie professionalità e le proprie emozioni, le proprie esperienze e le proprie idee Per loro Giovanni ha curato la pubblicazione dell’opuscolo “Lei non sa chi sono io”, utilissimo strumento utile a migliorare la propria web e brand reputation.

E sono gli artigiani tecnologici a popolare il Roland Forum http://www.rolandforum.com/ costituito da 8500 aziende che ogni giorno si scambiano idee, trucchi, dritte, colleghi che giorno per giorno trovano beneficio nell’economia del dono e della condivisione.

Gli artigiani tecnologici che surfano la viralità sfidandosi in contest video che esaltano la loro creatività e la loro capacità di usare le stampanti. Gli artigiani tecnologici che si ritrovano puntualmente per momenti di convivialità e goliardia.

Gli artigiani tecnologici, nascono come clienti, ma saranno il miglior R&D, il miglior Marketing e la migliore forza commerciale che Roland DG potrà mai chiedere al suo futuro.

Claudio Siepi – Consiglio Direttivo CLUBTICENTRO

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


A #SocialEnterpriseIT incontriamo GIOVANNI RE

Ad accoglierci per gli onori di casa in ROLAND DG ci sarà

GIOVANNI RE

Community manager di Roland DG Mid Europe, è tra i TOP 100 INNOVATORI, la lista redatta da CHEFUTURO! per testimoniare chi in Italia ha portato INNOVAZIONE e crede che SI PUO’ CAMBIARE il modo di fare IMPRESA. Lui, GIOVANNI RE, è un INNOVATORE e ci racconterà il cambiamento in ROLAND DG, la SOCIAL STRATEGY di un’azienda IPERCONNESSA.

Puoi essere anche tu TESTIMONE e PORTATORE di INNOVAZIONE e CAMBIAMENTO nella tua ENTERPRISE!

ISCRIVITI SUBITO

“Focus on SOCIAL ENTERPRISE 2 – Case study ROLAND DG”

DOMANI 21 Novembre – ore 15:30

c/o ROLAND DG, Via L da Vinci, 1b, 63030 Acquaviva Picena (AP)

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter