Elenco dei post per il tag: Knowledge Management

World Class Manufacturing, il nuovo libro di Alessandro Amadio

Un’azienda può essere definita eccellente quando, operando in una logica di miglioramento continuo, produce redditività e, in assenza di sprechi e valorizzando le proprie risorse umane, realizza prodotti e servizi perfettamente coerenti con la qualità e la dinamica
richieste dal mercato. World Class Manufacturing, conosciuto anche con il suo acronimo WCM, rappresenta un modello di gestione aziendale in grado di sviluppare rapidamente il valore e quindi le prestazioni, garantendo efficienza ed efficacia a tutti i processi industriali che
determinano il successo o l’insuccesso di ogni azienda.

In occasione dell’uscita del nuovo libro “World Class Manufacturing – I pilastri, la dinamica e l’evoluzione di un Modello eccellente orientato dalla Lean Manufacturing e dai Costi”, Club Ti Centro ha intervistato Alessandro Amadio.

Alessandro Amadio, Supply Chain Manager del Gruppo Selettra, multinazionale leader dei cablaggi industriali, ha diretto aziende multinazionali leader nei settori alimentari, del packaging, dell’automotive e dei cablaggi industriali nell’ambito dell’implementazione di logiche avanzate di gestione aziendale. In ambito internazionale ha collaborato alla definizione di sistemi di benchmarking, e ha curato l’introduzione di nuovi modelli organizzativi di Lean Organization, Kaizen Management e World Class Manufacturing. Ha pubblicato Logistica integrata in ambiente Supply Chain (2004), Performance Analysis Management (2005), Supply Chain Excellence (2006), Professional Outsourcing (2008), Value Supply Flow (2012) e, con Umberto Paparelli, Turnaround Plus+ (2012).

  • Che cos’è il World Class Manufacturing e quali sono i principi fondanti?

A.A. La World Class Manufacturing è un modello di gestione aziendale di recente sviluppo portato in Italia dal Gruppo Fiat – FCA. Si tratta di un vero e proprio programma di miglioramento aziendale progressivo basato su dieci pilastri tecnici che rappresentano gli aspetti aziendali da rendere eccellenti e su dieci strumenti di derivazione del Toyota Production System. La dinamica di questo modello è molto rigida basata su un percorso di sette step.

  • Perchè le aziende dovrebbero adottare il modello WCM? Può essere applicato su tutte le aziende?

A.A. Il WCM può essere introdotto con successo da molte aziende. Non necessita di particolari investimenti iniziali ma di un approccio analitico, competenze, dedizione e di un ampio coinvolgimento delle risorse aziendali. Con il WCM le aziende che decidono di introdurlo come modello di gestione possono trovare rapidamente la strada dell’eccellenza ed una inesorabile competitività aziendale

  • Cosa distingue il WCM dalla Lean Munufacturing?

A.A. Il World Class, al contrario della Lean che è una filosofia di gestione, è un modello vero e proprio che impiega alcuni dei principali strumenti del Toyota Production System. Lo stringente orientamento ai costi che determinano la fattibilità e la priorità di implementazione di un miglioramento caratterizza il World Class e lo rende molto piò coerente all’approccio manageriale occidentale.

  • Quanto dura il percorso di certificazione WCM per un’azienda?

A. A. Un percorso World Class fornisce risultati molto rapidamente. Si tratta comunque di un programma di miglioramento che prende il via da un pilota aziendale, quale un impianto, o un reparto, o un ufficio partendo da due o massimo tre pilastri. Un progetto completo WCM può durare due o tre anni in funzione del livello di complessità aziendale e dalla dedizione con cui l’azienda intende implementare questo modello di gestione.

  • Secondo la tua esperienza nell’ambito della WCM e nell’ambito di logiche avanzate di gestione aziendale, quali sono le maggiori difficoltà che oggi incontrano le aziende?

A.A. Come tutti i progetti di miglioramento il WCM trova iniziali resistenze aziendali da parte dei Manager per l’effetto “saracinesca” che normalmente qualsiasi novità gestionale stimola nei Key User aziendali. L’approccio analitico e i risultati rapidi e misurabili di questo modello tendono però a scardinare queste inerzie aziendali.

  • Parlaci del nuovo libro appena uscito: “World Class Manufacturing – I pilastri, la dinamica e l’evoluzione di un modello eccellente orientato dalla Lean Manufacturing e dai costi.

A.A. Il testo presenta un percorso di costruzione dell’eccellenza aziendale strutturato in dieci pilastri tecnici, organizzato in sette step consecutivi. Basato su strumenti manageriali derivanti dalla Lean Production, propone un orientamento alla creazione del valore in relazione ai relativi costi originati dalle fonti corrispondenti. Il testo presenta un ambizioso ma concreto ed esauriente progetto in grado di supportare manager e imprenditori nella ricerca delle opportunità di crescita partendo proprio dalle inefficienze che ne limitano il flusso del valore: inefficienze che rappresentano una vera e propria opportunità di risanamento, rilancio e sviluppo aziendale. Questo testo, coerente con le linee guida del suo ideatore, Richard J. Schonberger, adeguatamente integrato e arricchito, sviluppa con un approccio analitico e metodologico ma con un linguaggio lineare e discorsivo le modalità concrete di implementazione di un progetto aziendale World Class. La presenza di grafici, tabelle, diagrammi di flusso ed esempi pratici rende particolarmente agevole la lettura e la fruibilità del libro in funzione del suo eventuale utilizzo a supporto di un progetto aziendale World Class Manufacturing.

Alessandro Amadio sarò ospite di Club Ti Centro in occasione del seminario, riservato ai soci del club, “World Class Manufacturing” che si terrà il 29 Giugno 2017 alle ore 16:00.

Non ti sei iscritto ancora al seminario? ISCRIVITI SUBITO! IN REGALO IL NUOVO LIBRO DI AMADIO

Per partecipare all’evento riservato ai soci clubticentro è necessario versare la quota associativa 2017 e iscriversi.

Eventbrite - WORLD CLASS MANUFACTURING + Assemblea Soci ClubTiCentro

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Fare Impresa e Valori Cristiani

Sono aperte le iscrizioni alla VI edizione del master breve “Fare Impresa e Valori Cristiani” dedicato a coloro che vogliono dar vita ad una loro idea di impresa o che vogliono contribuire a costruire un modello di impresa diverso.

Anche quest’anno Club Ti Centro sostiene il master dando il suo patrocinio.


Obiettivo è quello di diffondere una cultura imprenditoriale nuova nella quale conciliare reddito e sostenibilità oltre che offrire interessanti prospettive lavorative.
Il master, che si svolgerà a Macerata, presso la Casa Salesiana, dal 20 al 25 marzo, è a numero chiuso, durerà una settimana e prevede la formula ormai collaudata di “full immersion” nella quale, oltre a seguire le lezioni i partecipanti potranno sperimentare il valore dell’esperienza comunitaria in cui ci si aiuta, ci si confronta, si fa amicizia, si crea gruppo.

Il master offre la possibilità di studiare, approfondire tematiche economico aziendali (grazie anche al contributo di alcuni docenti del Dipartimento di Management della Facoltà di Economia “G.Fuà” di Ancona), incontrare imprenditori locali che hanno sperimentato con successo il connubio tra impresa e valori.

Un’occasione imperdibile per una crescita umana e professionale e, perché no, per sviluppare nuove idee imprenditoriali.

Nell’ottica di una dare una impronta sempre concreta alla proposta che possa offrire ai partecipanti anche sbocchi lavorativi concreti, la novità di questa VI edizione è il coinvolgimento di due realtà imprenditoriali concrete che hanno bisogno di “essere lanciate” e che saranno oggetto dei work shop intorno ai quali i partecipanti saranno coinvolti anche in un’ottica di sbocco lavorativo successivo.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il 12 marzo 2017.

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


CIO SURVEY 2016 – Ancona 29.09

ClubTiCentro e l’Ordine degli Ingegneri di Ancona presentano

CIO SURVEY 2016

Digital Disruption e riduzione del ciclo di vita del Business

29 Settembre 2016 – ore 14:30

UNIVPM – Facolta’ Ingegneria (Aula Azzurra)
Via Brecce Bianche, ANCONA

IN ANTEPRIMA NAZIONALE

Verranno presentati i risultati della CIO SURVEY 2016 realizzata da KPMG/HARVEY NASH.
Il convegno nasce dall’iniziativa congiunta di CLUBTICENTRO e l’ORD. INGEGNERI ANCONA con il patrocinio dell’Università Politecnica delle Marche al fine di fornire dati e strumenti alle aziende e al settore ICT per affrontare in modo innovativo e creativo i cambiamenti organizzativi e le nuove sfide della Digital Disruption.
L’evento vedrà la partecipazione di speakers di primo piano appartenenti a Politecnico di Milano, Università Politecnica delle Marche, Praxi, AISIS, Regione Toscana e di importanti players internazionali quali KPMG e Nolan Norton.

Tanti i temi e le questioni che verranno trattate partendo dai dati della survey:

  • quali sono le sfide dell’organizzzione ICT vs i nuovi modelli di business?
  • quali le decisioni prese dai CIO per rispondere alla Digital Transformation?
  • quali gli strumenti più utilizzati e come si muovono gli investimenti?
  • come rispondere ad una veloce riorganizzazione dei processi aziendali? come estrarre conoscenza tramite il process Mining?

Il convegno si chiuderà con una tavola rotonda che vedrà CIO di primarie aziende del pubblico e del privato confrontarsi in un dibattito aperto con i relatori.

AGENDA


ISCRIVITI

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


e-CFplus per la qualifica dei professionisti ICT – 12 Dic ANCONA

A conclusione dell’anno 2015 CLUB TI CENTRO riserva ai suoi SOCI una giornata CLUBTI Academy


e-CFplus - La metodologia per sostenere la qualificazione dei professionisti ICT

12 DICEMBRE – ORE 9:15

c/o Facoltà di Ingegneria – Università Politecnica delle Marche

via Brecce Bianche 12 – ANCONA

Seminario tecnico per conoscere e misurare lo skill professionale e diventare leader delle nuove competenze ICT.

Club Ti Centro e AICA propongono una innovativa modalità di gestione del  sistema professionale degli specialisti ICT, basata sullo standard delle competenze e-CF adottato dalla Norma UNI 11506.
La gestione delle risorse specialistiche nel settore ICT è sollecitata da una crescente pressione che permetta di risolvere problemi che si sono accumulati per anni.

Il sistema e-CFplus  di AICA  è stato concepito per supportare la gestione delle risorse in coerenza con il Sistema Professionale:  è un sistema modulare, aperto e scalabile per definire le competenze di un individuo, di una unità di business o funzione aziendale, di un’intera organizzazione.Arricchisce la dimensione 4 di e-CF dettagliando le 40 competenze  con oltre 2.200 conoscenze e abilità elementari, raggruppate in 157 insiemi omogenei; questi componenti elementari migliorano decisamente la definizione dei 23 profili CEN o dei  21 profili previsti dalle Linee Guida AgID e potenzia la possibilità di personalizzare  i profili professionali   che ogni organizzazione può richiedere, con l’eventuale supporto metodologico di AICA.

L’obiettivo del workshop sarà quello di comprendere e potenziare il proprio skill professionale secondo certificazione e parametri e-CF.

Sei un professionista informatico e vuoi valutare le tue competenze ICT?

Registrati e Misura subito le tue competenze!

Verranno poi presentati metodologie  e documentazione  intorno a tre  principali strumenti di assessment e di supporto alla certificazione , disponibili sia in inglese che in italiano

  • e-Competence Benchmark, permette a singoli specialisti di valutare il livello di possesso delle  competenze e-CF ed il proprio posizionamento rispetto a 23 profili professionali europei ICT
  • e-CFplus, e-Competence Management, è lo strumento  concepito per uso aziendale e fornisce una visione analitica e sintetica, puntuale e personalizzabile delle competenze individuali e dell’organizzazione
  • e-CFplus Fundamental, è lo strumento  realizzato per la verifica del possesso di conoscenze e abilità degli studenti in uscita dagli Istituti Tecnici e dalle Facoltà Universitarie per il completamento delle conoscenze digitali di base relative a tutti i profili europei

PROGRAMMA


ISCRIVITI

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


SI FA PRESTO A DIRE CLOUD, 27 Novembre Ancona

Secondo il Rapporto Assinform 2015 realizzato in collaborazione con NetConsulting, il CLOUD è il primo fra i segmenti a guidare le previsioni di crescita 2015 del mercato ICT. Sullo sfondo di questo panorama, l’evento metterà in evidenza gli orientamenti delle aziende nella scelta dei servizi Cloud, delle piattaforme Private, Public o Hybrid e dei partner tecnologici capaci di fornire supporto concreto nel processo di migrazione e nella comprensione dei reali costi/benefici. Inoltre verranno analizzate le Criticità tra Governance e Sicurezza.

Quali sono le sfide a cui le aziende sono chiamate nell’adozione di un sistema CLOUD?

In tale contesto quale il ruolo dei decisori dell’IT? E come cambiano le responsabilità e le competenze dei CIO?

PARTNERS

Per rispondere ai quesiti , sarà fondamentale il contributo dei partners quali MICROSOFT e NetConsultingCube, i quali condivideranno studi e analisi di casi.

PATROCINIO



DATA E LOCATION

27 NOVEMBRE – ore 16:00-19:30

c/o CONFINDUSTRIA ANCONA

Via Ing. Roberto Bianchi, ANCONA

LEGGI LA BROCHURE



PARTECIPA

(Iscrizione entro e non oltre il 24 Novembre)

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter