Elenco dei post per il tag: Social Intelligence

Emanuele Quintarelli ospite al #SocialEnterpriseIT

Emanuele Quintarelli, membro autorevole della comunità mondiale sviluppatasi intorno al Social Business e founder di www.socialenterprise.it è lo speciale ospite dell’evento organizzato da Club Ti Centro “Focus on SOCIAL ENTERPRISE”. In occasione dell’incontro chiederemo ad Emanuele quale sia lo stato dell’arte della SOCIAL ENTERPRISE oggi in Italia e quali le differenze con gli altri paesi come negli Stati Uniti dove il fenomeno si è diffuso per primo.

Partendo dai risultati della Social Collaboration Survey e dall’esperienza acquisita sul mercato, l’intervento mostrerà in che modo la collaboration possa fornire una leva di agilità, efficienza, innovazione e motivazione dei dipendenti in grado di dare risposte alle enormi sfide economiche ed organizzative con cui le aziende italiane si stanno confrontando.

  • Come se la passa la tua azienda?
  • Le sfide che abbiamo di fronte?
  • Social che?
  • Storie, storie, storie?
  • Cosa abbiamo imparato?

Emanuele ha trascorso gli ultimi 8 anni come strategist, program manager, consulente e blogger sull’adozione di approcci collaborativi in organizzazioni di ogni dimensione al fine di incrementarne produttività, efficienza, abilità di reagire ai cambiamenti del mercato e potenziale d’innovazione. Nell’ambito della sua esperienza si è confrontato con diverse aziende nell’ambito di progetti di social business e social enterprise e sarà interessante conoscere il percorso di tali progetti, le difficoltà incontrate e quali ingredienti occorrono per portare a compimento progetti di successo.

Invitato di frequente come speaker e chairman, Emanuele ha effettuato presentazioni tra gli altri alla Thought Leader Conference (Berlino), al SocialNow (Lisbona), al Social Business Strategy Summit (Londra), all’Enterprise 2.0 Summit (Parigi & Francoforte), all’Enterprise 2.0 Conference IDC, all’EURO Information Architecture Summit (Berlino), all’Information Architecture Summit (Las Vegas) ed a moltissimi eventi locali su Enterprise 2.0 e Social Business.

Non ultimo, Emanuele ha creato e lanciato Netwo.it (il primo hub per le startup del web 2.0), il Summit Italiano di Architettura dell’Informazione, il Web 2.0ltre, l’International Forum on Enterprise 2.0 ed il the Social Business Forum.

Co-autore dei libri Social Business Manifesto e Marketing 2.0 per HBR Italia, Community Management per Apogeo, Intranet 2.0 per Hoepli, Web 2.0 per Il Sole 24 Ore, Emanuele ha pubblicato articoli su change management, coltivazione delle community online, strategie di Enterprise 2.0 e Social CRM, socializzazione dei processi di business per alcune delle più importanti riviste professionali in Italia.

Alla fine del 2013 ha curato la Social Collaboration Survey, primo studio quantitativo sulle best practice di adozione della Social Enterprise in Italia che ha coinvolto 300 aziende italiane di cui il 26% appartenente al settore ICT, il 16% a quello della Consulenza, il 12% a quello dei Media e il restante 22% tra Manufacturing, Settore Pubblico e Finanziario. Lo studio ha indagato sulla tematica analizzando cultura, organizzazione e processi, tecnologia, misurazione mettendo in luce dati interessanti sulle pratiche collaborative e sulle strategie di successo. In occasione di #SocialEnterpriseIT approfondiremo con Emanuele Quintarelli i risultati della survey, cogliendo anche spunti di visione futura.

EMANUELE QUINTARELLI http://it.linkedin.com/in/emanuelequintarelli

TWITTER: @absolutesubzero

EMANUELE SCRIVE SU www.socialenterprise.it

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


SAP on Cloud: la nuova frontiera della business flexibility

CLUB TI CENTRO INVITA A PARTECIPARE

La riduzione dei costi e il miglioramento dell’efficienza, in particolare degli ambienti SAP, sono oggi delle aree strategiche per le aziende italiane.
Per confrontarsi su queste tematiche e su come affrontare le nuove sfide del mercato, IBM in collaborazione con IDC e con la partecipazione di CLUB TI Centro, organizza una Executive Dinner nella sede suggestiva dell’Hotel Emilia, nel cuore del Parco del Conero.

Leggi tutto

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


MADE IN ITALY INNOVA, 14 giugno Villa Picena: ultimi giorni

A pochi giorni da MADE IN ITALY INNOVA presentiamo un memo ad anticipazione dell’evento.

MADE IN ITALY INNOVA” è l’evento di lancio di Club Ti Centro che invita alcuni tra i maggiori rappresentanti di importanti aziende del “made in Italy” ad incontrarsi per discutere di opportunità, criticità e sinergie tra ICT, innovazione di prodotto e di processo. Obiettivo: offrire vision, esperienze e soluzioni strategiche e tecnologiche per migliorare la competitività delle imprese italiane.

MADE IN ITALY INNOVAImprese Italia a confronto tra ICT, Innovazione e Competitività” è il titolo del convegno che si terrà il giorno 14 giugno 2013 a Villa Picena, Colli del Tronto (AP).

Il dibattito si snoderà attraverso il confronto tra progetti ICT di alto impatto economico sul futuro delle imprese, analizzando argomenti chiave quali il MOBILE, il CRM, SOCIAL MEDIA, BIG DATA in un’ottica di riduzione dei costi, ICT transformation e INNOVATION.

LEGGI IL PROGRAMMA

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

ISCRIVITI ALL’EVENTO


Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


#BigData e Customer Experience a #madeinitalyinnova con Estilos

Come fare customer experience management nel 2013?

La gestione dell’esperienza del cliente riveste un ruolo sempre più importante all’interno dell’azienda a partire dal marketing fino ad arrivare all’IT. Obiettivo? Rispondere ad un cliente sempre più esigente attraverso l’ideazione di servizi reattivi e dinamici e con la capacità di ripensare ai propri modelli di business.  Il customer experience management è una vera e propria sfida che si può vincere interpretando i dati, lavorando di creatività e usufruendo delle sempre più innovative tecnologie a disposizione. Questo è il tema alla base delle esperienze che Estilos , società di consulenza strategica e di Information technology, ci racconterà durante l’incontro dal titolo MADE IN ITALY INNOVABIG DATA, CUSTOMER EXPERIENCE e strategie CRM multicanale. Numerosi i case studies che verranno presentati: tra questi citiamo Angelini, PadovaStar e Prodir.

- La maggior parte di tutte le interazioni dei clienti con l’azienda avvengono durante un journey multi canale e multi evento e un gran numero di customer journey coinvolgono più di un canale di interazione. L’esperienza del cliente non può più essere tracciata analizzando le transazioni e le informazioni memorizzate nei singoli silos applicativi di canale – Andrea Bergamo, fondatore di Estilos, racconta la sua esperienza in ambito CRM – L’effettiva soddisfazione del cliente e la relativa percezione di valore deve seguire il percorso d’acquisto del cliente attraverso le relazioni tra i singoli eventi ed i canali coinvolti (dal momento del primo contatto alla conversazione finale passando anche attraverso i luoghi fisici di contatto) e … se deve Social, facciamolo seriamente -.

Leggi tutto

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Bando MIUR: Smart Cities and Communities and Social Innovation

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) apre un nuovo bando per la presentazione di idee progettuali per “Smart Cities and Communities and Social Innovation” (Decreto Direttoriale 5 luglio 2012). Il decreto si configura come un atto in linea con la politica strategica nazionale di ricerca e innovazione, con gli orientamenti europei di “Horizon 2020″, gli orientamenti dell’Agenda Digitale Europea e il Piano Nazionale di E-Government.

Il MIUR mette a disposizione risorse a valere sul FAR pari a complessivi 655,5 milioni di euro, di cui 170 nella forma del contributo nella spesa e 485,5 nella forma del credito agevolato.  I soggetti destinatari sono imprese, centri di ricerca, consorzi e società consortili, organismi di ricerca con sedi operative su tutto il territorio nazionale

Con tale decreto il MIUR intende promuovere l’utilizzo evoluto delle tecnologie da parte di cittadini, imprese e amministrazioni. In coerenza con tale strategia, gli interventi devono essere in grado di sviluppare soluzioni tecnologiche, servizi, modelli e metodologie che si collocano sulla frontiera della ricerca applicata di origine industriale ed accademica. Il perimetro applicativo è quello delle Smart Communities ovvero dello sviluppo di modelli innovativi finalizzati a dare soluzione a problemi di scala urbana, metropolitana e più in generale territoriale tramite un insieme di tecnologie, applicazioni, modelli di integrazione e inclusione.

Vari gli ambiti di applicazione: la sicurezza del territorio con l’ausilio di tecnologie innovative, l’invecchiamento della società, le tecnologie welfare e l’inclusione, la domotica, la giustizia, la scuola (LMS, CMS), il waste management, le tecnologie del mare, la salute, i trasporti e la mobilità terrestre, logistica last mile, smart grids, architettura sostenibile e materiali, gestione risorse idriche, cultural heritage, cloud computing technologies per smart government.

La scadenza per la presentazione delle idee progettuali è stata fissata per il 9 novembre 2012, mentre per i Progetti di Innovazione sociale la scadenza è stata protratta al 7 dicembre 2012.

Ogni richiesta di informazioni può essere inoltrata al MIUR via e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: smartcitiesnazionali@miur.it.

ATTO MINISTERIALE: Decreto Direttoriale 5 luglio 2012

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter