Elenco dei post per la categoria: Altre Associazioni

Evento Club Ti Centro: Creare valore con il Project Management

Da molti anni è riconosciuto che il Project Management non è solo una disciplina tecnica, ma sempre più un asset strategico per le imprese.

Infatti il Project Management racchiude in se una molteplicità di “elementi” fra loro molto eterogenei, anche se fortemente interlacciati, la cui gestione richiede il possesso di “competenze” molto ampie da parte di coloro che sono chiamati a condurre progetti, a prescindere dalla loro natura, dall’ampiezza economica e da quella temporale.

Oggi le metodologie e le tecniche del Project Management 2.0 convergono sempre più verso la possibilità di creare valore per le imprese in termini di competitività e di business governance determinando anche la creazione di nuove figure professionali come il PMO (Project Manager Officer).

L’obiettivo del seminario, attraverso la partecipazione di autorevoli relatori, è quello di aumentare la consapevolezza dei benefici ottenibili dall’adozione del Project Management anche nelle piccole e medio imprese.

L’incontro è stato co-organizzato dal ClubTi Centro insieme all’ Ordine degli Ingegneri di Ancona e alla PMI Central Italy Chapter e con il patrocinio dell’Università Politecnica delle Marche.

 

DESTINATARI

• INGEGNERI

• IT MANAGER

• CIO

• CTO E CDO

• MARKETING MANAGER

• HR MANAGER

• ANALISTI PROGRAMMATORI

• IT SALES MANAGER

• CONTROLLER

 

AGENDA

15.00 Registrazione partecipanti

15.30 Saluto di benvenuto del Presidente di Club Ti Centro, Pietro Berrettoni, e del Presidente dell’Ordine degli Ingegneri, Ing. Alberto Romagnoli

15.45 Presentazione Project Management Institute (PMI) – Dott.ssa Anna Maria Felici, Presidente PMI Roma Italy Chapter

16.00 Lo stato dell’arte del Project Management nelle imprese italiane – Dott.ssa Maria Boschetti, Direttore Branch Marche PMI Central Italy Chapter

16.15 “Una palestra per i PM: il Project Management Business Game” – Simone Magrin, Product Manager Business Game

16.45 Coffee Break

17.00 1°Case Study: Gestione dei progetti aziendali di inserimento sul mercato di nuovi prodotti – Dott.ssa Graziosi Raffaella, Head of Pharma HQ Project and Portfolio ManagementAngelini

17.30 2°Case Study: Progettazione comunitaria (dall’idea alla gestione del progetto approvato) – Dott. Sergiacomi Andrea, Funzionario PO “Agenda Digitale” Regione Marche e PF Informatica e Crescita Digitale

18.00 Tavola Rotonda con i relatori

18.45 Conclusione lavori

 

LOCATION

Aula Azzurra – Polo Montedago (Edificio Scienze 3)
Via Brecce Bianche, 14/B 60131 Ancona – ITALIA

 
VEDI DIRETTAMENTE QUI LA BROCHURE OPPURE SCARICALA


 

SLIDE E PRESENTAZIONI DEI RELATORI

Pietro Berrettoni – Intervento d’apertura del Club Ti Centro

Dott.ssa Maria Boschetti – Lo stato dell’arte del Project Management nelle imprese italiane

Dott.ssa Anna Maria Felici – Presentazione PMI Central Italy Chapter

Simon Magrin – “Una palestra per i PM: il Project Management Business Game”

Dott. Sergiacomi Andrea – Progettazione comunitaria (dall’idea alla gestione del progetto approvato)

 

Per rimanere sempre aggiornati sulle prossime iniziative e attività del Club Ti Centro, continuate a seguirci su questo sito istituzionale e sui nostri profili social ufficiali di Twitter e Linkedin.

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Cyber security: dai rischi alle contromisure

La percezione del rischio di attacchi informatici da parte di cittadini, enti ed aziende è sempre alta.

L’Università Politecnica delle Marche in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, con AEIT, ASTRI e L’Ordine degli Ingegneri della provincia di Ancona organizza un incontro per presentare lo scenario che si sta configurando con riferimento alla regione Marche.

CYBER SECURITY: Dai rischi alle contromisure

25 Maggio 2016

Aula Magna – Università Politecnica delle Marche

via Brecce Bianche, Ancona

Per maggiori informazioni vedi CYBER SECURITY


Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


Conversazioni su Competenze e Lavoro Digitale

Cyber security management nei tempi dei social network, del mobile, del cloud, dell’IoT


Roberto Bellini, AICA ne discute con Angelo Amaglio, Qintesi e Maurizio Desiderio, F5 Networks

con una riflessione proposta da Gabriele Faggioli, Clusit in AICA,

a Milano, il 27 aprile 2016 (ore 18:00-19:30)

La sicurezza digitale, o cyber security, rappresenta un crescente problema anche per le PMI, gli studi professionali, gli esercizi commerciali: il diffuso blocco di computer negli ultimi mesi causato da malware, ne è una evidente prova. Problema acuito dalla crescente complessità dell’ambiente digitale attuale, con i propri sistemi ICT sempre connessi in Internet e che usano dispositivi mobili, servizi terziarizzati e in cloud, social networking anche per motivi di business. La necessità di un idoneo livello di sicurezza digitale è pure richiesto e sancito con sanzioni fino al penale, da varie norme italiane ed europee. E d’altro canto la sicurezza digitale è essenziale per garantire la continuità operativa del business e di ogni attività lavorativa, che sono ormai quasi totalmente supportate da strumenti informatici.

L’incontro si svolge presso AICA (Palazzo FAST)
Piazzale Rodolfo Morandi, 2 – 20121 Milano
La partecipazione (anche via web) è libera previa iscrizione online sul sito AICA

L’evento è pubblicato  sul portale AICA per cui è riferibile al link

da cui è possibile accedere alla registrazione ed alla locandina.

invece l’accesso diretto alla scheda di registrazione è disponibile al link

https://docs.google.com/forms/d/1P4yFWPCIY7Wthpiyb1sRpmfjIRYhkzW0QmPgsGeZy0o/viewform?edit_requested=true

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


ERP:vantaggio competitivo o limite gestionale per lo sviluppo del capitale umano?

Nelle aziende innovative, la gestione strategica del Capitale Umano è supportata da sistemi informativi evoluti come l’Enterprise Resource Planning (ERP). L’utilizzo di questa piattaforma applicativa consente di poter conseguire un vantaggio competitivo a condizione che le complessità del sistema vengano gestite adeguatamente.

Diventa sempre più fondamentale rivolgere una crescente attenzione alle risorse umane, poiché la qualità e le competenze di queste ultime costituiscono un reale vantaggio competitivo per le aziende operanti in tutti i settori. Da qui il diffondersi della convinzione che una corretta gestione delle risorse umane possa aiutare alla determinazione del successo del proprio business, o, anzi, possa costituire un elemento imprescindibile per la formulazione della strategia dell’organizzazione.

E dal momento che una gestione strategica delle risorse umane deve mettere a punto dei procedimenti per rinnovare valori e competenze con lo scopo di ottimizzare la performance economica, molte aziende stanno dotandosi di sistemi ERP, sfruttando al massimo le potenzialità dei propri dipendenti, dato che l’apporto e la produttività che il capitale umano è in grado di dare all’azienda costituiscono il perno attorno al quale ruota il successo di un’impresa.

AIDP organizza un incontro per parlare di queste tematiche in collaborazione con Club Ti Centro e Controller Associati.

Siete invitati a partecipare

13 Aprile alle ore 17,00 all’Hotel Seeport di Ancona


Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter
 


PA DIGITALE POSSIBILE

Il Codice dell’amministrazione digitale disegna uno scenario in cui cittadini, pubbliche amministrazioni e imprese interagiscono on-line, si scambiano documenti per via telematica, erogano servizi o ne fruiscono con le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. L’obiettivo del legislatore è chiaro: ridurre i costi e aumentare l’efficienza dell’azione amministrativa rispondendo anche alle esigenze di innovazione della società contemporanea.

Conseguire concretamente questi risultati, però, non è semplice in quanto l’introduzione delle tecnologie informatiche è una condizione necessaria, ma non sufficiente. La transizione dal documento cartaceo al documento informatico e, in generale, la dematerializzazione dei procedimenti amministrativi, infatti, richiede l’adozione di un nuovo modello organizzativo e procedurale, un modello specificamente disegnato per l’amministrazione pubblica digitale.

Nell’ambito di questo contesto, l’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA organizza il SEMINARIO DI STUDI “PA DIGITALE POSSIBILE” il giorno 23 ottobre 2015 c/o l’Aula A dell’ex monastero di Santa Chiara.

Il seminario si propone di analizzare queste problematiche, presentando l’esperienza concreta della Regione Emilia-Romagna che, con il supporto di Lepida S.p.A. e dei suoi partner di mercato, ha costruito in questi anni un percorso di innovazione della pubblica amministrazione regionale, registrando un impatto molto positivo sui servizi resi all’utenza e sull’operatività degli uffici.

Si tratta di un’iniziativa che nasce nell’ambito del modulo di «Formazione permanente» del Master in «Formazione, gestione e conservazione degli archivi digitali (FGCAD)» e si prefigge l’obiettivo di presentare un caso di studio come momento di aggiornamento sulle possibili soluzioni tecnologiche e organizzative per attuare concretamente il modello della «PA digitale».

MAGGIORI INFORMAZIONI E ISCRIZIONE

FGCAD

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter